I borghi del Parco

Il centro turistico di Opi si trova nel Parco Nazionale d'Abruzzo Lazio e Molise. Un grazioso paese che sorge sulla cresta di uno sperone roccioso che divide a metà la conca tra il Monte Mattone ed il Colle di Opi. Ottimo punto di partenza per escursioni, traversate ed ascensioni, opportunità che attirano in questo piccolo centro numerosi appassionati di montagna. Ogni stagione offre l'occasione per un incontro con la natura. Da visitare il museo del camoscio e l'area faunistica dedicata a questo splendido animale e i boschi della Val Fondillo.

 

 

Nata in posizione dominante sulla valle dove oggi è il lago di Barrea, Civitella Alfedena è di origine medievale e il suo centro offre scorci interessanti; la sua caratteristica sta però nell'essere divenuto, per scelta degli abitanti, il primo paese legato al parco e al turismo. Il Museo del Lupo Appenninico racconta la storia del predatore e della lotta dell'uomo contro la specie: interessante anche le leggende che a suo riguardo si sono sviluppate nei secoli in queste valli. Nei pressi, vi sono anche un'area faunistica dedicata al lupo (circa 4 ettari), che rappresenta un'occasione davvero unica per osservare da vicino il predatore, e una dedicata alla lince, anch'essa difficilmente avvistabile altrove.

 

 

Case di pietra a faccia vista, tetti a coppi dai colori stentati, miniature di vie in salita, una natura possente e multiforme che un lago artificiale ha armoniosamente impreziosito: ecco signori questa è Barrea. Un piccolo borgo di montagna, arroccato su uno sperone roccioso, come ce ne sarebbero tanti lungo l'intera dorsale appenninica, tuttavia reso unico dalla sua storia, dal geloso attaccamento della sua gente e dall'affettuoso riscontro delle migliaia di turisti che ogni anno la visitano.